Pubblicati da Elena Grassi

Attivazione mentale: un viaggio nella mente del cane insieme a Inki Sjosten

Non mi propongo certo di presentarvi in un articolo tutto il metodo di addestramento di Inki Sjosten; per questo vi rimando al suo libro. Vorrei invece concentrarmi su un modo di intendere il cane e la mente del cane decisamente originale, ovvero sulla “filosofia” in base alla quale la Sjosten ha poi sviluppato tutto il suo approccio.

Intervista ad Allen Schoen

Il dr. Allen Schoen è un vero pioniere. Prima come studente e poi come giovane veterinario idealista, ha dovuto affrontare continue critiche per le sue convinzioni non ortodosse, tra cui l’affermazione che gli animali hanno sentimenti ed emozioni. Per quanto si sia formato in medicina convenzionale, ha sempre intuitivamente saputo che curare gli animali doveva consistere in qualcosa di più che riempirli di farmaci o ricorrere all’eutanasia.

L’omeopatia nel cane anziano

Non esiste alcuna regola che dice che non possiamo morire sani, quando il nostro tempo sarà scaduto. Esiste, ovviamente, un naturale processo di degenerazione, ma questo non dovrebbe causare alcun malfunzionamento significativo.
Lo stesso vale per i cani. Date loro una dieta fresca, sana e appropriata, evitate di salire sul carro dell’ipervaccinazione, date loro una casa amorevole e armoniosa, curate prontamente eventuali ferite con metodi naturali ed essi vi ricompenseranno con una terza età sana, attiva e divertente.

Gli ossi in “pelle di bue”: un gioco pericoloso!

Quegli “ossi per cani” che ossi non sono e vengono comunemente detti “in pelle di bufalo” sono fatti per l’appunto di pelli, solitamente bovine, che però derivano dall’industria conciaria e vengono sottoposti a una miriade di trattamenti per renderli esteticamente piacevoli, inodori e durevoli. Trattamenti che, osso dopo osso, avvelenano i nostri cani.