10,00

Titolo Il counseling uomo-cane all’interno del paradigma transpersonale
Autore/i Grassi Elena
Argomenti Counseling
Il fine-vita dei nostri animali
Il lutto per un animale amato
Il rispecchiamento emozionale uomo-animale
La relazione spirituale tra uomo-natura-animali
Collana Quaderni di counseling
Tipologia Libri
Codice ISBN

9788895946214

Data di pubblicazione

aprile 2015

Legatura

brossura

Nr. pagine

120

Formato 21 x 14 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il counseling uomo-cane all’interno del paradigma transpersonale”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sinossi

Esiste il counseling aziendale, sanitario, famigliare, genitoriale, di coppia… e ora… anche il counseling uomo-cane. Il suo scopo è sempre lo stesso: favorire il dialogo, la comprensione reciproca, il rispetto, una comunicazione vera e profonda. Perché non si cresce interiormente solo nelle relazioni coi nostri simili, ma anche nelle relazioni con chi è diverso da noi, anzi, forse ancora di più.
Ma come si fa ad “ascoltare empaticamente” un cane? Come si interpreta il suo “linguaggio”? In questo libro l’autrice ci porta in un viaggio alla scoperta di come i nostri animali possano aiutarci a conoscere meglio noi stessi e a darci la motivazione per cambiarci e migliorarci.
E poi c’è il grosso tema dell’accompagnamento alla morte e del sostegno nel lutto (pet loss counseling), anche quando ad andarsene non è un genitore, un figlio, un amico, ma un “semplice” quanto preziosissimo quattrozampe, lasciando dietro di sé un dolore spesso incompreso e ridicolizzato, che merita invece di essere accolto, riconosciuto e ascoltato. Poiché i nostri quattrozampe hanno la chiave del nostro cuore.
Un libro pieno di spunti per i counselor, per chi lavora nell’ambito della relazione uomo-animale (veterinari, educatori cinofili, ecc.), ma anche per chiunque voglia carpire i segreti delle dinamiche emozinali che si instaurano tra noi e i nostri animali.

«[…] il nostro cane è come un canarino nella miniera delle nostre emozioni. Il modo in cui reagiamo a come ci fanno sentire le emozioni irrisolte determina il modo in cui creiamo la nostra “rete”, nelle relazioni e nel lavoro, e il modo in cui ci inseriamo nella società in genere. Sono davvero convinto che l’intera storia della nostra vita possa essere dedotta attraverso la comprensione del nostro cane. Quando vediamo un problema di comportamento in un cane, ci mettiamo al lavoro per aggiustare il messaggero, ma sarebbe meglio che ci prendessimo la briga di ascoltare il messaggio. Ciò che poi scegliamo di fare con quel messaggio spetta al nostro cuore. Nessuno sa meglio di noi ciò che proviamo. Ma dobbiamo sempre ricordare che, qualsiasi cosa un cane faccia, non riguarda mai il cane; riguarda sempre noi.»

Kevin Behan (citazione tratta dal libro)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il counseling uomo-cane all’interno del paradigma transpersonale”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli sugli argomenti trattati dal libro

cane tipo labrador a terra sguardo annoiato

Le scelte finali - opinioni contrastanti sul fine-vita degli animali

/
Gli esperti dicono che, all'interno della medicina veterinaria, manca ancora una chiara definizione di cosa sia l'hospice. I veterinari che sono particolarmente interessati all'hospice dicono che potrebbe essere usato più spesso, tenendo per prima cosa in considerazione il benessere dell'animale e, in secondo luogo, i bisogni emozionali del proprietario. Ma esiste una controversia tra i veterinari, su quale sia il momento appropriato per eseguire un'eutanasia, o sul fatto che l'eutanasia debba far parte o meno dell'hospice...
cavallo baio primo piano

Hospice per i cavalli - prendersi tempo per dirsi addio

/
Forte è la tentazione di allontanare il pensiero, eppure vale davvero la pena di pensarci per tempo. La fase finale della vita del vostro amato cavallo racchiude in sé una dose abbondante di sfide e di bellezza al tempo stesso. Quest'ultima potrebbe risultare una sorpresa per coloro che non hanno vissuto l'esperienza di prendersi cura di un essere morente.
cane nero muso triste

Cure terminali per gli animali – riflessioni post-conferenza

/
Il primo Simposio Internazionale sull'Assistenza Terminale in Veterinaria si è tenuto nei giorni 28-30 marzo 2008 presso la Davis School of Veterinary Practice dell'Università della California, a Davis, in California. Si è trattato della concretizzazione di un sogno che Kathryn Marocchino aveva coltivato per dodici anni: avviare lo scambio professionale sull'assistenza agli animali nella fase terminale della loro vita.
due cani silhouette al tramonto

Qualità della vita, qualità della morte (conferenza)

/
L'amore che nutriamo per i nostri compagni animali ci spinge a prenderci cura di loro meglio che possiamo per tutta la loro vita. I progressi medici in campo veterinario permettono di ripristinare il benessere di un animale in modi inimmaginabili fino a solo qualche anno fa. Questi nuovi traguardi portano però con sé un lato ombra...
tomba di un cane con statua in pietra

Il dono del lutto

/
Una pietra dipinta con cura con un nome e una data. Una fossa scavata in giardino. E, adagiato in una scatola da scarpe o avvolto nella sua coperta preferita, il corpo di un adorato compagno animale. Chi, tra noi, non ha partecipato a questa sorta di rituale di separazione?
individuare K27 nel cavallo

Il lutto nei cavalli

/
I cavalli vivono il lutto in modo molto simile a noi. Ecco come aiutare un cavallo che ha perduto un amico equino.
bambino abbraccia il suo cane

Animali, compagni e maestri

/
Avete mai provato a guardare il vostro Fido o il vostro Micio e a pensare a lui come a qualcuno che vi può insegnare qualcosa di importante su voi stessi e sulla vostra vita?
cane stronzo

"Il mio cane è uno stronzo"

/
Scena numero 1: Sono in giro per la città col mio cane, un mezzo levriero di taglia medio-grande. Attraverso rapidamente una strada molto trafficata. Poiché ho visto che dall'altra parte c'è una signora con un cagnolino (tipo Jack Russell), faccio in modo di non risalire sul marciapiede troppo vicino a lei, in modo da darle il tempo di allontanarsi se l'arrivo del mio cane le ponesse qualche problema.

Il cane come specchio

/
Durante il colloquio conoscitivo, Paola mi apparve fin da subito come una persona molto meticolosa, precisa e attenta. Il tono della voce e le parole scelte, oltre al contenuto delle stesse, rivelavano una certa rigidità, che trovava riscontro nella postura. Parlava con molto affetto della sua cagnolina di tre anni, Kira, che mi osservava intimorita da sotto al tavolo.